Home News Le scuse di Blizzard non mettono a tacere i manifestanti alla BlizzCon 2019

Le scuse di Blizzard non mettono a tacere i manifestanti alla BlizzCon 2019

0
Le scuse di Blizzard non mettono a tacere i manifestanti alla BlizzCon 2019

“Sembra che abbiano dimenticato i loro valori.”

1

Le scuse di Blizzard emesse oggi , relative al pro Hearthstone vietato per sostenere le proteste di Hong Kong, non hanno messo a tacere i manifestanti alla BlizzCon 2019.

Una raccolta di gruppi riuniti nella strada che porta a il centro congressi di Anaheim, dove si svolge l'evento. I gruppi includevano persone vestite come Winnie the Pooh, un personaggio bandito dalla Cina. Si unirono tenendo in mano cartelli, cantando (ho sentito “Blitzchung non ha fatto niente di male – libera Hong Kong”) e distribuendo cartelli, magliette e adesivi ai passanti.

Ho parlato con loro immediatamente dopo la cerimonia di apertura per vedere se le scuse del presidente Blizzard J. Allen Brack avevano avuto qualche effetto.

Blizzard si è scusato per la situazione di Blitzchung ma non ha calmato le proteste a # BlizzCon 19 pic.twitter.com/86 lGBIrOG9

– Robertie (@Clert) 1 novembre, 2019

“È sempre un buon inizio sapere che le persone ci prestano attenzione, che la pressione sta funzionando, ma abbiamo bisogno di più da loro”, ha dichiarato Dayton Young, organizzatore dell'evento. Lavora per Fight for the Future e Gamers for Freedom.

“Abbiamo bisogno di una spiegazione; perché hanno fatto quello che hanno fatto, chi è stato offeso dalle proteste iniziali e perché stanno ascoltando quelle persone invece di tutti questi fantastici giocatori, manifestanti e fan qui fuori oggi, e i membri del Congresso che hanno scritto una lettera aperta a Blizzard esprimendo il loro disappunto per la loro ingiusta censura di Blitzchung.

3
“Compro favori. Compro silenzio.”

“La cosa più importante è che le persone esprimano il loro sdegno, “ha aggiunto.” Abbiamo la libertà di organizzarci, abbiamo la libertà di parlare, abbiamo la libertà di protestare, quindi usiamolo per far sapere alla gente come ci sentiamo al riguardo. Far loro sapere che non saremo messi a tacere e incoraggiare Blizzard a essere più reattivo nelle loro azioni verso la comunità. “

Un manifestante vestito da Winnie the Pooh, con un taglio del presidente cinese Xi Jinping per la sua faccia e un secchio di soldi per “comprare favori”, mi ha detto che non importa cosa ha detto Blizzard nella cerimonia di apertura.

“La vera opinione di Blizzard è stata esemplificata dal loro reazione iniziale a ciò che è accaduto “, ha detto.” Non credo che si stiano scusando perché è la cosa giusta da fare. Si stanno scusando perché a questo punto aiuta i loro profitti. “

mei
Le magliette che i manifestanti stanno distribuendo.

“Cosa voglio fare Blizzard? Voglio che Blizzard consenta la libertà di parola sulle loro piattaforme. Sono una società americana, dovrebbero aderire a valori americani e non a valori cinesi. “

Un altro manifestante anonimo, volto nascosto da una bandana, mi ha detto che Blizzard dovrebbe chiedere scusa a Blitzchung.” Capisco che era parte delle regole del torneo, ma dipende dalla loro discrezione e la loro discrezione è stata la mossa sbagliata “, ha detto.

” Dovrebbero semplicemente scusarsi per quello che hanno fatto e dichiarare i valori fondamentali che hanno avere. Sembra che abbiano dimenticato i loro valori. “

Come ha detto J. Allen Brack, sono le azioni che contano.” E il fatto che non avesse alcuna azione e dire quali sono andando a fare, andando avanti, è molto eloquente “, mi ha detto un altro manifestante, Ben Harris.

Blizzard può dare l'esempio qui, ha detto, elogiando gli sforzi dell'azienda nella rappresentazione LGBT – presumibilmente in Overwatch. “Vorrei che riconoscessero di poter essere un leader globale per il cambiamento.”

C'erano circa 50 i manifestanti si sono riuniti in tutto, raggiungendo le centinaia di altre persone presenti all'evento. Se il loro messaggio si diffonderà e crescerà nei due giorni in cui l'evento è avanti, non lo so – forse le scuse di Blizzard soddisferanno la maggioranza – ma sarò qui, pronto a scoprirlo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here